logoministero litlogomiur lit

  • slide-01.png
  • slide-02.png
  • slide-03.jpg
  • slide-04.JPG
  • slide-05.JPG
  • slide-06.jpg
  • slide-07.jpg
  • slide-08.jpg
  • slide-09.jpg
  • slide-10.jpg
  • slide-11.jpg
  • slide-12.jpg
  • slide-13.jpg
  • slide-14.jpg
  • slide-15.jpg
  • slide-16.jpg
  • slide-17.jpg
  • slide-18.jpg
  • slide-20_1.jpg
  • slide-20_1.png
  • slide-20_2.jpg
  • slide-20_2.png
  • slide-20_3.jpg
  • slide-20_3.png
  • slide-20_4.jpg
  • slide-20_5.jpg
  • slide-20_6.jpg
  • slide-20_7.jpg
  • slide-20_8.jpg
  • slide-20_9.jpg
  • slide-20_10.jpg
  • slide-20_11.jpg
  • slide-20_12.jpg
  • slide-20_13.jpg
  • slide-20_14.jpg
  • slide-20_15.jpg
  • slide-20_16.jpg
  • slide-20_17.jpg
  • slide-20_18.jpg
  • slide-20_19.jpg
  • slide-20_20.jpg
  • slide-20_21.jpg
  • slide-20_22.jpg
  • slide-20_23.jpg
  • slide-20_24.jpg
  • slide-20_25.jpg
  • slide-20_26.jpg
  • slide-20_27.jpg
  • slide-20_28.jpg
  • slide-20_29.jpg
  • slide-20_30.jpg
  • slide-20_31.jpg
  • slide-20_32.jpg
  • slide-20_33.jpg
  • slide-20_34.jpg
  • slide-20_35.jpg
  • slide-20_36.jpg
  • slide-20_37.jpg
  • slide-20_38.jpg
  • slide-20_39.jpg
  • slide-20_40.jpg
  • slide-20_41.jpg
  • slide-20_43.jpg
  • slide-20_44.jpg
  • slide-20_45.jpg
  • slide-20_46.jpg
  • slide-20_47.jpg
  • slide-20_48.jpg
  • slide-20_49.jpg
  • slide-20_50.jpg
  • slide-20_51.jpg
  • slide-20_52.jpg
  • slide-20_53.jpg
  • slide-20_54.jpg
  • slide-20_55.jpg
  • slide-20_56.jpg
  • slide-20_57.jpg
  • slide-20_58.jpg
  • slide-20_59.jpg
  • slide-20_60.jpg

0bee

Il percorso si colloca all’interno del curricolo verticale di coding – robotica  del nostro Istituto Comprensivo.

In classe prima a Corporeno è stato avviato il laboratorio "BEE BOT".

Bee-Bot è un robot a forma di ape, con i pulsanti presenti sulla schiena è possibile programmare dei percorsi creando strade e mappe per affrontare in maniera ludica  l’orientamento, la geometria, le distanze, il calcolo.

Di seguito la documentazione dei primi incontri ai quali i bambini hanno partecipato con entusiasmo e interesse. La possibilità di fare ipotesi, tentare soluzioni, rivedere i propri percorsi sottolinea ai bambini che l'ERRORE è permesso per poter proseguire e rimettersi in gioco e raggiungere così il proprio obiettivo.

Lo stesso laboratorio sarà proposto ai bambini di classe prima di Penzale a partire da Marzo.

Cliccare il link sotto per vedere la documentazione

laboratorio di coding PDF

 

 

 

 

 

 

 

 

Questa mattina in classe prima a Corporeno abbiamo celebrato la Giornata dei Calzini Spaiati.
Siamo arrivati a scuola indossando tutti un calzino diverso dall'altro: uno rosso ed uno blu, uno a righe ed uno a pois per capire e comprendere che siamo tutti "calzini" ma ognuno di noi è speciale.
La lettura e drammatizzazione di "LA COSA PIU' IMPORTANTE" ed. Fatatrac ci ha aiutato a comprendere che l'importanza di ciascuno di noi sta proprio nella nostra diversità, che ci rende unici.
Diverso è bello, insomma: una questione di rispetto, solidarietà e amicizia.
Tutti uguali, tutti diversi, tutti importanti.

Stefania Manferdini

0c01

 

 

 

Carissimi bambini,

Carissime famiglie,

abbiamo pensato di raccogliere la documentazione fotografica di un percorso importante e significativo che fa parte del nostro progetto di Istituto "La Continuità tra ordini di scuola".

Quest'anno i percorsi sono stati ripensati causa Covid 19, non è stato possibile da parte degli insegnanti della scuola primaria, muoversi tra gli spazi della scuola dell'infazia per conoscere i bambini e fare esperienze di gioco dirette...ma il gruppo di lavoro non si è arreso! I docenti hanno programmato un percorso a distanza articolato in diverse fasi: invio di una lettera da parte degli alunni di quinta e dei rispettivi docenti ai bambini più piccoli di 5 anni, proposta di lettura di un libro "La zattera" e condivisione di esperienze e di attività programmate da tutti i docenti dei due ordini. L'attesa, la scoperta, la voglia di conoscere hanno entusiasmato i bambini che con determinazione e impegno hanno risposto alle esperienze di "gioco".

 

02c1

 

Il 28 gennaio la classe 1° C della scuola secondaria ha avuto l'occasione di parlare, attraverso un collegamento via Meet, con il figlio di un ex deportato nei campi di lavoro nella Germania nazista.
È stato un momento di condivisione molto interessante, in cui l'oggi ha incontrato la storia nel racconto di un nostro conterraneo, Dino Melloni, deportato a soli 18 anni a Breslavia, nel 1944.
Abbiamo potuto intravedere, nelle parole del figlio, la difficoltà di Dino nel raccontare ciò che ha visto e abbiamo capito la scelta di alcuni sopravvissuti di non voler parlare, una volta tornati a casa: il ricordo di questi eventi riapre, infatti, una ferita che sanguina ancora.
Il nostro pensiero va alle vittime della Shoah e di ogni violenza, consapevoli che la Memoria potrà fare in modo che tale barbarie non si ripeta mai più.

00mem

Mentre in classe V^ primaria , dopo aver letto vari racconti e visto documentari sul tema dell'olocausto, ognuno ha scritto una lettera indirizzata ad un personaggio storico (Anna Frank, il partigiano, il soldato tedesco, Hitler, una maestra, una bambina rifugiata...). 

 

 

 

Ieri sera, 26 gennaio,  si è tenuto l'evento organizzato dalla Dirigente Scolastica dott.ssa Rosaria Calabria e dal Team Innovazione (insegnanti Bosi, Gabrielli, Marchetta, Rigliaco) per spiegare ai genitori della scuola primaria quali cambiamenti sono previsti in merito all'applicazione dell'O.M. del 4 Dicembre 2020. 

Di fronte ad una platea numerosissima e attenta si è parlato di valutazione formativa, competenze, descrittori, livelli... per cercare di fare chiarezza, di comunicare in maniera trasparente e attenta alle esigenze delle famiglie che, per prime, hanno bisogno di capire. L'intento è stato quello di coinvolgere i genitori ed evidenziare l'importanza di questa "rivoluzione valutativa" che finalmente non "etichetta" gli alunni , non li giudica ma li accompagna nel loro percorso di miglioramento e di formazione.

Un sentito ringraziamento per la partecipazione e l'opportunità di scambio che reciprocamente ha coinvolto Scuola e Famiglia.

Lo Staff

 

 

 

001 va

 

01 Memoria

GIORNATA DELLA MEMORIA

«La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz, "Giorno della Memoria", al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati».

Il nostro Istituto ha celebrato la giornata con iniziative in tutte le sezioni di scuola dell'infanzia e nelle classi di primaria e secondaria di I^grado. 

Letture, drammatizzazioni, visione di documentari storici hanno fatto da sfondo integratore.

In allegato riportiamo due documentazioni di esperienze di scuola dell'infanzia e di classe prima primaria, perchè non è mai troppo presto per educare al rispetto delle diversità, dei valori come la pace e la libertà. I bambini  hanno affrontato un tema delicato, in modo altrettanto delicato: attraverso l'ascolto di storie adatte alla loro età, a cui hanno fatto seguito riflessioni guidate dai docenti.

 

 

Menu Progetti

Link Utili

Torna su